Copyright 2011-2017 by Registro Aurelia - Tutti i diritti riservati - Webdesign e Hosting Genevay Media Services

The Lancia Aurelia

Il Registro

Raduni

Contatto

Aurelia on the web

Gino Valenzano

Home

Registro Aurelia Meeting June 2013

Raduni

A spasso in Austria a bordo di auto d’epoca

6-10 Giugno 2013

Sulle strade dell’Austria, tra ammirazione e invidia, il Registro Aurelia ha scorrazzato con le sue Lancia. Il Registro Aurelia, nell’annuale gita di primavera, ha percorso 1000 km in tre giorni lungo le strade dell’Alto Adige, della Carinzia e della Stiria fra valli incontaminate e villaggi agresti.


E se la fortuna aiuta gli audaci, quest’anno il nostro ballerino clima deve aver pensato che il Registro fosse molto coraggioso e lo ha graziato consentendo alle vetture aperte di viaggiare en plein air.


Le adesioni hanno raggiunto il massimo numero consentito tra soci in arrivo da tutta Italia, dalla Svizzera, dal Belgio, dalla Germania e dall’Inghilterra.


Ventitré vetture formidabili di cui tre B24 spider, diverse B24 convertibile, B50, B10, B20 dalla II alla VI Serie e un speciale menzione per una splendida Flaminia Sport Zagato 3C, comunque figlia più che legittima dell’Aurelia protagonista del sodalizio.


Il 6 giugno il gruppo si è ritrovato in hotel a Ortisei dove ha cenato di fronte al maestoso paesaggio delle Dolomiti del SassoLungo, fra camosci e caprioli.

Il 7 mattina, il tour in carovana ha avuto inizio lungo la Val Pusteria passando da Bressanone, Dobbiaco, San Candido, e superando il confine austriaco a Prato alla Drava, fino ad arrivare al lago Weissensee.


Dopo pranzo, appesantiti ma soddisfatti, gli “equipaggi” sono arrivati fino a Portschach dove, questa volta senza vetture, si sono regalati una gita in battello sul Worthersee al tramonto, per godere da una diversa prospettiva i panorami nascosti lungo le anse del lago.


Sabato 8 è stata raggiunta in autostrada la località di Piber, dove si trova il Centro Ippico di allevamento e addestramento più importante dell’Austria per i Cavalli Lipizziani, passando dai cavalli motore ai cavalli animali. Il gruppo è quindi ripartito fino Glanz am der Weinstrasse, Gamlitz, al confine fra Austria e Slovenia, fra valli, boschi, ruscelli e strade libere, con magnifici scorci naturalistici di aziende agricole e vigneti a perdita d’occhio, con rientro su strade secondarie, con discesa al piano fra tornanti, curve strette e gole nei boschi.


A colazione il 9 mattina fra i finali saluti anche la promessa di rivedersi presto per scambi di vedute su modalità di manutenzione, restauro, e impressioni generali sulle vetture, quelle vetture che, nonostante gli altri raduni incontrati durante i 1000 km, sono state ammirate e hanno riscosso il più acclamato consenso.


Articolo di Daniela Monti